Oristano OWC 2017

La purezza cristallina delle spiagge del Sinis. Lo sport e l'animazione di Torregrande. Il turismo legato al waterboarding. Sono questi i tre punti di forza dell'Open Water Challenge Oristano, l'evento che anno dopo anno si sta affermando come il più importante in campo nazionale per le tre discipline del waterboard. Per L’OTTAVO anno consecutivo torna da venerdì 15 a domenica 17 settembre, per un intero fine settimana di sport, intrattenimento e cultura nelle spiaggie della costa oristanese. We have a dream... portare a Torregrande 100 atleti per la disciplina dello Stand up Paddle, anche grazie al fatto che quest'anno la ormai classica Sinis SUP Marathon varrà come CAMPIONATO ASSOLUTO RACE FISWnelle giornate di sabato 16 e domenica 17 settembre. pubblicità supMAG owc2017-DEF2 copia ATTENZIONE: l’evento è OPEN, cioè aperto a tutti gli atleti in regola col tesseramento FISW 2017. La gara sarà valevole anche per il campionato sardo ( dalle classifiche generali verranno estrapolati gli atleti tesserati nei club Fisw sardi ). logo 2 OWC 2017 Ci stiamo preparando per un grande evento, con tante novità che verranno svelate via via in questi c.a 80 giorni che mancano alla 8° edizione OWC 2017 . Visto che si tratta di un evento per veri watermen verranno disputate anche gare di kite e windsurf. Per il Kite, dopo il successo del 2016, ritornano i giovanissimi del CIRCUITO NAZIONALE TTR 2017 Cki con tutto l'entusiasmo dei giovani che dovranno battersi per essere selezionati nel team Nazionale che parteciperà agli eventi internazionali di selezione appunto per gli Youth Olympic Games che si svolgeranno a Buenos Aires nel 2018. Per quanto riguarda il Windsurf, si svolgerà la tappa del circuito zonale , sempre più agguerrito grazie alla partecipazione di tutti i migliori specialisti sardi, oltre alla nuovissima disciplina dello Speed. Oltre 300 partecipanti alla passata edizione della manifestazione, tra atleti e amatori, e quest'anno gli organizzatori puntano a superare quota 300 iscritti! "Aspiriamo a fare molto di più, magari riuscendo finalmente a varcare il confine nazionale e far diventare l'OWC un evento a carattere internazionale. Le prime gare che organizzammo qui a Torregrande sono datate 1990, ne è passato di tempo! Ora vogliamo rafforzare il nostro impegno e continuare a diffondere gli sport d'acqua in tutta la costa della provincia di Oristano." Queste le parole di Eddy Piana, uno degli storici organizzatori e gestore della scuola Eolo di Oristano. La base operativa sarà  ancora una volta la scuola di windsurf Eolo, con il Surf Village animato quest'anno da giochi gonfiabili per tutte le età. L'idea dell'Open Water Challenge nasce più di 10 anni fa, con un progetto del Sistema Turistico Locale ”Stl”, poi portato avanti da un gruppo di appassionati . Quest'anno, oltre all' immancabile presenza della Scuola di Windsurf Eolo, ha partecipato all'organizzazione anche il Wind Club Chia. L'evento è patrocinato dal Sistema Turistico Locale "STL", Provincia di Oristano, Comune di Oristano, Comune di Cabras, Marine Oristanese e Area Marina Protetta Penisola del Sinis . L'Open Water Challenge, come tutti gli anni, fa rete con molte delle strutture alberghiere e ricettive del territorio, con convenzioni con alberghi e bed&breakfast in città e nelle vicine località di mare per permettere di partecipare agevolmente alla manifestazione. Un’iniziativa di rete tra operatori turistici contribuisce a valorizzare enormemente lo scenario unico delle coste del Sinis, ambiente ideale per la realizzazione di spettacolari performance sportive nelle discipline del waterboarding. La West Coast è da decenni ormai una rinomata e frequentatissima meta da parte di atleti e amatori provenienti da tutto il mondo, che apprezzano il suo vento e le sue onde.
Condividi...Share on FacebookTweet about this on TwitterEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *