Il primo raduno della Nazionale Italiana SUP

Sabazia 25 - 28 Aprile 2019. Segnate questa data nel calendario "suppistico" di tutti i tempi, perchè in quei giorni, sul lago di Bracciano, si è tenuto il primo raduno di SUP della Nazionale Italiana della storia.
Il Team Italia SUP ripreso dal drone
Poche ore dopo la Sporting Club Sabazia Sup Cup, con i suoi 100 partecipanti, i migliori 20 atleti del Sup e del prone italiano si sono ritrovati nei locali dello Sporting Club Sabazia per dare il via a questo primo collegiale organizzato dalla Federazione Italiana Surfing FISW. Il Presidente Luciano Serafica ha accolto gli atleti con un discorso introduttivo in cui ha evidenziato lo scopo del raduno, ossia portare avanti un percorso con gli atleti più esperti e con le giovani promesse del SUP Italiano che serva per far crescere tutti quanti come Squadra Nazionale in vista dei prossimi impegni internazionali. E forse in un futuro prossimo dei Giochi Olimpici. È stato inoltre un momento per scambiarsi opinioni e consigli per migliorare il movimento del SUP Italiano contando sull'esperienza degli atleti e dei tecnici accumulata negli anni precedenti. Il Direttore Tecnico Marco Gregori ha poi preso la parola per motivare tutti quanti e per presentare il programma dei giorni successivi, denso di allenamenti, lezioni in aula, video analisi e momenti di confronto sui temi più importanti del Sup e dello sport in generale.
Le ragazze della nazionale italiana durante l'allenamento
Venerdì 26 Aprile, dopo una prima sgambata mattutina, il Team Italia si è ritrovato nuovamente nei locali dello Sporting Club Sabazia, dove i tecnici Marco Gregori e Riccardo Santori hanno tenuto alcune interessanti lezione sull'etica sportiva, la preparazione fisica e mentale, il rapporto coach-atleta e le direttive antidoping. Tutti gli atleti hanno partecipato attivamente alle lezioni, dai più giovani ai più esperti. Dopo pranzo tutta la squadra si è spostata in acqua, per svolgere un allenamento di circa due ore tra scatti in linea, giri di boa e scie di poppa e laterali. Il tutto è stato filmato dai tecnici per consentire la successiva video-analisi dopo cena, in cui gli atleti di maggiore esperienza hanno potuto aiutare i giovani a migliorare la loro tecnica grazie all'ausilio dei filmati.
Giro di boa in Back Side ripreso dal drone
Sabato 27 Aprile è iniziato ancora con una corsa mattutina, per poi spostarsi in aula dove Nicoló Di Tullio, atleta campione di prone e tecnico nutrizionista, ha tenuto una lezione sull'alimentazione e sulla sua importanza per i risultati sportivi. È seguito un lavoro sulla programmazione del ciclo di allenamento, in cui gli atleti, divisi in gruppi, hanno simulato alcuni cicli di allenamento dedicati alle gare Long, Sprint, Technical di SUP e Prone.
Lezione sulla programmazione sportiva
Subito dopo pranzo tutti in acqua per circa tre ore di allenamento con simulazioni di gare Technical Race su un percorso di 3 km e diversi giri di boa. Ogni atleta ha preso molto sul serio questo test, come se fosse in una gara vera. Potersi confrontare in allenamento mantenendo la mentalità di una competizione è stato di accrescimento per tutti. Anche in questo caso sono stati fatti video da terra e con il drone, che dopo la cena sono stati visionati e commentati.
Video Analisi della giornata
Domenica 28 Aprile è iniziato l'ultimo giorno di raduno con un test in acqua sulla distanza dei 200 metri Sprint. Gli atleti sono stati divisi in batterie ed è stata simulata una vera e propria competizione con ripescaggi e finali. Finita questa prima parte sono state effettuate alcune riprese sui giri di boa e le scie, per essere poi revisionate nei successivi raduni.
Simulazione Sprint 200 metri
Dopo l'attività in acqua la Commissione Tecnica ha tenuto il discorso conclusivo agli atleti, motivandoli a continuare ad allenarsi e congratulandosi per l'impegno profuso durante il raduno. Dopo il pranzo tutti quanti si sono salutati, consci di aver fatto parte di qualcosa di importante appena nato, che ha accresciuto tecnicamente tutti e saldato un rapporto importante tra tutti i membri della nazionale italiana SUP.
Partenza test gara
Atleti presenti. Sup femminile: Caterina Stenta, Chiara Nordio, Laura Dal Pont, Maria Laura Metta, Giulia Dal Pont, Elena Dal Pont Prone femminile: Giulia Verrini, Maria Elena Morbin Sup maschile: Leonard Nika, Martino Rogai, Federico Esposito, Giordano Bruno Capparella, Filippo Mercuriali, Riccardo Rossi, Vincenzo Manobianco, Filippo Alberti, Giorgio Dal Pont Prone maschile: Nicoló Di Tullio, Daniele Dello Margio Commissione Tecnica: Marco Gregori, Riccardo Santori, Giuseppe Cuscianna, Jacopo Rossi. Photo courtesy Surfing FISW
Condividi...Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Email this to someone

One thought on “Il primo raduno della Nazionale Italiana SUP

  • 1 Maggio 2019 at 19:07
    Permalink

    Quando il prossimo raduno mi piacerebbe partecipare

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *