In terra sarda con Lloyd… e tutta la famiglia!

Dopo qualche anno di assenza, si decide con tutta la famiglia di tornare in Sardegna. Scegliere dove spendere le ferie è sempre difficile, ci si carica di aspettative e di timori, sopratutto quando si porta anche la famiglia. Per capire quindi a che tipo di vacanza stavo andando incontro, scomodo il (mio personale) mitico Lloyd, immaginario maggiordomo creato da Simone Tempia, diventato un cult tra le generazioni dei “non giovanissimi”, sia sul suo blog che in libreria. Spulciando quindi tra i brevi dialoghi con il suo datore di lavoro (“Sir”) e le riflessioni indotte, ne trovo una che fa esattamente al caso mio. Perle di saggezza... La differenza tra una vacanza con la famiglia ed una vacanza surfistica... è cosa ben conosciuta... soprattutto dai “no more single”. Riconoscerne a priori le differenze aiuta a posizionare correttamente le aspettatitive, a contenere le frustazioni (per esempio quando non riesci “a cogliere l’attimo” ... tipo scaduta... termico, etc etc) ed a migliorare il clima familiare nonchè a goderti opportunamente le vacanze con i tuoi cari. Però, in Sardegna, il SUP e la tavola da Windsurf... non puoi pensare di non portartele! 
Badesi... aspettando che il vento cali...
La Marinedda... aspettando che il vento cali...
Queste due settimane passate a ridosso delle splendide coste del golfo dell’Asinara non sono state una vacanza quindi puramente surfistica, bensì una vacanza familiare nella quale si è cercato di coniugare le esigenze “della tribù” (cagnolina inclusa... e meno male che il resto dello zoo siamo riusciti a sistemarlo e quindi a lasciarlo a Roma...) e qualche uscita tra onde degna di questo nome. Ci saranno (spero presto) momenti diversi per un trip dedicato con gli amci. Il periodo “concesso” è quello della prima quindicina di Agosto e quindi, poichè in ritardo, chiedo aiuto agli amici sardi che subito si prodigano nel fornirmi diversi indirizzi. Il periodo non è dei più facili e se ti muovi tardi come purtroppo abbiamo fatto noi, le cose si complicano ulteriormente. La ricerca di una casa vacanze, non è una cosa semplice e deve incontrare i desideri di tutti. La scelta che si rivelerà ottima sopra ogni aspettativa, cade su una casa vacanze a Lu Bagnu, una frazione che dista circa 4 km da Castelsardo.
Lu Bagnu 72
Lu Bagnu
Il posto è molto carino, perfetto per un soggiorno tranquillo con la famiglia e supera con ampio punteggio il severo “test moglie” (valutazione fatta attraverso algoritmi complicatissimi ed irripetibili da qualsiasi forma di intelligenza artificiale, che tengono conto di fattori quali: pulizia, logistica, bagni, letti, distanza dal mare, rumorosità, presenza di elettrodomestici come lavatrice, forno, attrezzature da cucina etc etc.).
Sopra il frigorifero nella Hang House che ci vuoi trovare...
Sopra il frigorifero nella Hang House che ci vuoi trovare...
Aggiungo che, cosa basilare, c’è spazio nel retro per depositare le attrezzature surfistiche... La spiaggia centrale di Lu Bagnu antistante la casa è abbastanza piccola ed in questo periodo anche sovraffollata, ma basta spostarsi sulla destra (scogli) o di un paio di chilometri sulla sinistra (spiaggia e scogli), che la dimensione cambia completamente. La bellezza e la trasparenza dell’acqua sono… strabilianti! In più, il posto è strategico per muoversi sia verso gli spot ad est (Badesi , Marinedda, Ciaccia...) che quelli ad Ovest (Porto Ferro, Ezzi Mannu, ...) . In un’ora sei ad Alghero, gioiello che tutti dovrebbero vedere almeno una volta. Renato Carta, il proprietario, che conduce anche la scuola di surf “Bulli Surf” è una persona molto gentile e disponibile, ma anche molto professionale. Oltre ad insegnare (è un istruttore certificato ISA L1 e tra i pochi ISA L2), è anche un atleta rispettato e conosciuto e che anche quest’anno è salito sul podio del campionato Italiano LongBoard. Terzo Posto!
Bulli Surf di Renato Carta
Bulli Surf di Renato Carta
L’ho visto lavorare con i ragazzi proprio nella spiaggia antistante e sono rimasto colpito dall’attenzione e dalla passione che mette nell’insegnare anche ai più giovani. La riprova è l’entusiasmo che hanno i ragazzi, anche quelli più piccoli. Dalla sua scuola è uscito Davide Giannone, selezionato un paio di anni fa per i mondiali Under 16
Renato alla Ciaccia magie con il longbard
Renato alla Ciaccia magie con il longbard
Renato è certificato anche per insegnare SUP, ma il Surf è decisamente il suo sport di elezione. Tornando alle uscite, va detto che Nettuno non è stato particolarmente generoso in questo periodo, ma qualcosa s’è fatto. Tendenzialmente (almeno in questa parte della Sardegna) le onde sono spesso grosse e potenti specialmente con le scadute da maestrale. Raramente (ed in pochi secret spot) si trovano condizioni Glassy: infatti è raro vedere tavole SUP “tiratissime” in quanto un pò di volume è necessario per rimanere “più in piedi che in acqua”. Io, oltre al windsurf (un 100 lt JP FSW e vele dalla 4.7 alla 5.7 ...questa nota è per i tanti SUP-Windsurfer...) per il SUP ho utilizzato il mio 100 Lt Quatro ... che per le sue misure, 8 x 28,5, ed i miei 80Kg, si connota come una tavola per tutte le stagioni. Giuly, al secolo Giuliana Ragnedda, che ringrazio per la sua gentilezza e cortesia, nonchè per le dritte sui vari spot, mi ha introdotto nel gruppo dei Supper locali.
Giuliana Ragnedda a Porto Ferro
Giuliana Ragnedda a Porto Ferro
Con Giancarlo Amitrano, ormai local qui tanto quanto ad Ostia dove usciamo a pochi metri l’uno dall’altro, si potrebbe dire che abbiamo gemellato il gruppo Sardo con quello Romano. Ho conosciuto e visto surfare in SUP a livelli notevoli Giuly, Andrea Mariotti, Anna Decherchi, Roberto Sanna, Carsten... e gli altri…)
Giancarlo Amitrano alla Marinedda
Giancarlo Amitrano alla Marinedda
Con l’amico Andrea Mariotti (che mi ha messo in contatto con Renato) siamo usciti insieme a Porto Ferro. Lì mi ha mostrato una via per entrare direttamente nella baia lanciandosi in pratica dagli scogli. Un’entrata che può essere un po’ “frizzantina” se non ti dicono esattamente da dove lanciarti e dove atterrare e che rischia di terminare l’uscita prima di inizare a surfare. Però (se tutto va bene...) in pochi secondi ti trovi già in mezzo alla baia.
Andrea Mariotti a Porto Ferro
Andrea Mariotti a Porto Ferro
A Porto Ferro, ci sono tanti surfer (e pure molto bravi...) in acqua, ma stanno prevalentemente a sinistra, più vicini agli scogli. Con il SUP ci si mette normalmente più indietro e più centrali rispetto alla baia. Tendenzialmente non ci sono problemi di localismo... previo il fatto che sia osservata la dovuta "liturgia" e che “ci si comporti bene”.
Unica foto Uscita Porto Ferro in Agosto!
Unica foto Uscita Porto Ferro in Agosto!
Quel giorno lo spot non ha mostrato il suo volto migliore, ma sicuramente ha mostrato tutte le sue potenzialità. I bordi fini della tavola di Andrea Lì ho potuto vedere le belle e performanti tavole SUP shaped by Andrea Mariotti, vero Waterman che spazia dalla Sardegna al Sud Africa (vedere le sue foto sul profilo Facebook). Andrea è anche un bravo shaper di bellissime e performanti tavole da Windsurf e da SUP (Vedi Foto), ma anche un istruttore che con la sua “SARDINIAN WIND WAVE CLUB School” spazia su tutta la costa insegnando il windsurf ed il SUP con un target che va dai principianti ai più esperti.
Sup Custom by Andrea Mariotti
Sup Custom by Andrea Mariotti
SUP board by Andrea - Notare i bordi
SUP board by Andrea - Notare i bordi
Andrea e Renato, sono persone che ammiro come pochi altri. Sono persone che cercano di coniugare l’immensa passione per il mare, per le onde e per il vento, con l’insegnamento.
Roberto Sanna classe '57... e ho detto tutto!
Roberto Sanna classe '57... e ho detto tutto!
Perseguono ostinatamente questo obiettivo tra mille difficoltà, sentendo i loro sforzi ripagati quando si accorgono di aver trasferito la stessa passione nella testa e nel cuore di qualche ragazza o ragazzo. Chapeau!!!
Porto Ferro area surfisti
Porto Ferro area surfisti
A Porto Ferro ho surfato con alcuni “supper” della comunità locale e di cui allego qualche foto scattata però in altre uscite. Non ho foto mie e poche degli altri mentre eravamo in acqua, per la classica mancanza di “fotografa/o ... volontario”.
Anche con mare piatto e fuori stagione il Team Sardo è sempre sul pezzo..
Anche con mare piatto e fuori stagione il Team Sardo è sempre sul pezzo..
Troverete però altre foto scattate in questi spot in altri momenti, per capirne le potenzialità... e magari organizzare qualche viaggetto/vacanza... magari con la famiglia.
Anna Decherchi alla Ciaccia
Anna Decherchi alla Ciaccia
Carsten a Porto Ferro quando è Porto Ferro
Carsten a Porto Ferro quando è Porto Ferro
Giancarlo Amitrano alla Marinedda
Giancarlo Amitrano alla Marinedda
Una bella inaspettata uscita l’ho fatta qualche giorno dopo a Baia delle Mimose, nella spiaggia di “Pirotti Li Frati “ (si trovano le indicazioni muovendosi da Castelsardo, pochi chilometri prima di Badesi). Dopo essere passato appunto a Badesi, bellissimo beach break che lavora in scaduta ed assenza di vento ma che qual giorno soffriva appunto di una condizione troppo attiva, sono ritornato dalla famiglia che avevo lasciato a Baia delle Mimose (spiaggia dove, così come a Porto Ferro, è concesso l’accesso ai quadrupedi...) portandomi però in spiaggia la tavola per non lasciarla in macchina. Nota per i “vacanzieri con famigia”... c’era un ombrellone ogni 30 metri... in pieno Agosto! Di meglio solo nella Spaggia di Ezzi Mannu dove se sei disponibile a camminare un pochino, la densità scende a un ombrellone ogni... 50 metri! :-0
Family day
Family day
Verso le 6 il vento è finalmente calato e sono inziate ad entrare delle serie veramente carine e a quel punto... non me la sono lasciata sfuggire. Considerando che in acqua c’ero solo io ed un surfer a 500 metri... “La perfezione!!!” Un paio di volte sono uscito la mattina presto li proprio a Lu Bagnu (bello spot che lavora con scadute di Maestrale, anche lì in assenza di vento) con condizioni non grandi, ma veramente glassy.
Fine scaduta a Lu Bagnu
Fine scaduta a Lu Bagnu
L’ultima, all’alba del giorno della partenza... da solo, con un acqua stupenda. Indimenticabile! Unica raccomandazione, memorizzare dove sono gli scogli a pelo d’acqua!! Quando non c’era onda o vento, affittavamo con mia moglie i gonfiabili della scuola per pagaiare su un’acqua meravigliosa che permetteva di vedere distintamente il fondale ed i suoi abitanti.
Non pensavo mi sarebbero piaciute le gite sui gonfiabili eppure
Non pensavo mi sarebbero piaciute le gite sui gonfiabili, eppure...
La trasparenza dell'acqua della Sardegna
La trasparenza dell'acqua della Sardegna
Si arrivava fin sotto Castelsardo che, superata l’ultima baia, si mostrava dal mare in un modo che non potrò dimenticare.
Arrivando a Castelsardo
Arrivando a Castelsardo
Relax con Federica durante la pagaiata
Relax con Federica durante la pagaiata
Un'acqua indimenticabile...
Un'acqua indimenticabile...
La Ciaccia è un altro spot rinomato sia per il Windsurf che per il surf ed il SUP. Nell’unica mestralata di quelle due settimane, ho approfittato della presenza di Andrea per un clinic di wave... anche se, considerando da quanto non uscivo in windsurf, sarebbe stato meglio un “trapianto”... altro che “Clinic”!!
Aspettando il vento aumenti alla Ciaccia...
Aspettando il vento aumenti alla Ciaccia...
Altro bello Spot da tenere in considerazione è “La Marinedda”, fabbrica anche quella di onde potenti e meravigliose.
Magia Sarda
Magia Sarda
Ma la Sardegna non è solo onde e vento, ci sono bellissimi tour da fare in SUP, sia a livello familiare che sportivo. Particolarmente interessante quando le condizioni sono adatte è il donwind da Porto Torres a Stintino (vedi foto di Roberto Sanna). Downwind Porto Torres Stintino Riferimenti: Scuola “Bulli Surf” località Lu Bagnu (tel 3429341840) Casa Vacanze Hang House Holiday (tel 3429341840) “SARDINIAN WIND WAVE CLUB School” (tel 3387029776) Hang House Gite familiari suggerite: Alghero (obbligatorio) Castelsardo (visitare assolutamente il castello in alto) Spiaggia di Ezzi Mannu Badesi Baia delle Mimose Stintino L’Asinara Mangiare: Più o meno ovunque...... “spaghetti allo scoglio” migliori mangianti a “La Vozza” , ristorantino familiare molto verace, sulla spiaggia in località Marina di Sorso. Bere: Ichnusa ....obbligatoriamente “Non filtrata” ! J
Ichnusa non filtrata
Ichnusa non filtrata
 
Condividi...Share on FacebookTweet about this on TwitterEmail this to someone

One thought on “In terra sarda con Lloyd… e tutta la famiglia!

  • 31 agosto 2017 at 10:05
    Permalink

    articolo davvero interessante..belle foto e soprattutto un commento che va al di là della semplice pratica sportiva..

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *